Governare i processi di sviluppo applicativo con un approccio DevOps, Agile e collaborativo

“Rispondere al cambiamento più che seguire un piano”. L’ultimo punto del Manifesto per lo Sviluppo Agile del Software esprime ottimamente, nella sua prima parte, l’essenza dell’approccio Agile e rappresenta, per estensione, il più grande punto di forza per le organizzazioni.

La Round-Table e l’Executive Dinner organizzato da Mind-Mercatis in collaborazione con Digital360 e ZeroUno, svolto ieri a Milano, ha riunito intorno ad un tavolo i possibili fautori del cambiamento in azienda: CEO, CIO e IT Manager di importanti organizzazioni si sono confrontati sul governo dei processi di sviluppo applicativo, sulle esperienze, sugli strumenti.sdr

Preziosi sono stati, ad apertura dell’incontro, gli spunti offerti da Patrizia Fabbri, caporedattrice di ZeroUno e moderatrice dell’evento e Stefano Mainetti, responsabile scientifico dell’Osservatorio Cloud & ICT as a Service del Politecnico di Milano.

Giuseppe Lieto, CEO System Management, ha sottolineato l’importanza di una strategia di IT Governance che mette insieme, orchestrando,  ricerca, innovazione e integrazione e che fa leva su conoscenze e competenze tecnologiche in continuo aggiornamento. Tutto ciò senza dimenticare l’importanza di delineare asset, costruire solide partnership e consolidare in modo continuativo il proprio know-how.

sdr

Vladimir Cavalcant, Emea Channel Manager Atlassian, seppur non presente all’incontro,  ha voluto salutare i presenti attraverso un video dove ha ricordato l’importanza che il concetto di team riveste per Atlassian e ha affermato come Mind-Mercatis, Atlassian Gold Solution Partner sia un partner strategico per l’azienda australiana in Italia.

Simone Avogadro, CEO Mind-Mercatis, ha voluto sottolineare come gli strumenti Atlassian, nati anni fa per il solo sviluppo software (adottati e proposti fin da subito da Mind-Mercatis, oggi Gold Solution Partner) rispondano oggi ad esigenze di governo dei processi che vanno oltre l’IT e abbracciano funzioni aziendali che vanno dall’HR agli acquisti, ponendosi “nel mezzo” data la loro natura collaborativa.dig

A chiudere i singoli contributi  l’interessante intervento di Francesco Fabrizi, Head of demand Management & Initiaves di Vodafone Automotive. Fabrizi, descrivendo un reale case history, ha spiegato come, nell’ottica di equilibrare le esigenze del business con soluzioni IT realizzabili in tempi brevi,  gli strumenti Atlassian rispondano in modo puntuale ed efficiente alla necessità di governo dei processi e avvicinamento fra le istanze del business e i limiti e le potenzialità dell’IT.

P1080071



Categorie:Cloud integration Design

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: